Glossario

Glossario di cucito

cucito_italiano_supercut

Ago: sottilissima asticella di acciaio, appuntita ad un’estremità e munita all’altra di un foro nel quale si introduce il filo per cucire.

Antropometria: studio statistico delle dimensioni del corpo umano o di una sua parte.

Asola: taglio nel tessuto completamente  rifinito con fitta cucitura che permette l’abottonatura.

Automatico: bottone composto da due parti,maschio e femmina,che con una piccola pressione si chiudono.E’ un tipo di chiusura che non necessita di asola e che lascia il dritto pulito.

Cruna: il buco dell’ago che permette di infilare il filo.

Cucitura: congiunzione di parti complementari cucite a mano o a macchina, anche della linea seguita dal filo.

Cimose: bordi laterali. Se un tessuto non presenta un dritto e un rovesco apparenti, usate come rovescio il lato sul quale la cimosa presenta fori o segni rialzati.

Drittofilo: è il filo dell’ordito ed è parallelo alle cimose. Tirando in questo senso il tessuto cede poco.

Filo trasversale: va da cimosa a cimosa e forma un angolo retto con i drittofilo.

Filato: il prodotto della filatura delle fibre tessili, costituito da un elemento filiforme con determinante caratteristiche di elasticità, tenacità e flessibilità.

Fibra: ogni prodotto naturale o artificiale, suscettibile di essere trasformato in filati e tessuti.

Impuntura: cucitura decorativa eseguita con punti regolari e visibili;la si può trovare su colletti,bordi scollature,possiamo utilizzarla per bloccare dei margini di cucitura e allo stesso tempo creare  motivi .A mano può essere eseguito con punto indietro o punto filza.

Imbastitura a spilli: è il metodo più rapido per tenere assieme più strati di tessuto prima di cucirli. Questo tipo di imbastitura può essere usata per cuciture lunghe e diritte. L’imbastitura con filo è preferibile per aree difficili, per esempio per far combaciare gli scolli con i colli.

Intagli e tacche: termini che indicano come vengono tagliati i margini di cucitura delle aree curve per assicurarsi che restino piatti quando vengono rivoltati sul diritto

Trama: nell’industria tessile, il filo che costituisce la parte trasversale del tessuto.

Tessuto: prodotto finito che si ottiene dall’intreccio di fibre tessili eseguita mediante l’operazione della tessitura.

Ordito: in tessitura, insieme dei fili che costituiscono la parte longitudinale del tessuto e tra i quali viene poi inserita la trama a formare l’intreccio del tessuto stesso.

Sanforizzato: procedimento di finitura dei tessuti di cotone, per renderli irrestringibili anche se sottoposti a diverse lavatura.

Piazzamento: è il posizionamento dei vari pezzi staccati, con rimessi di cucitura, in modo da consumare il meno possibile del tessuto.

Punto: ciascuno degli intervalli regolari tra due passaggi consecutivi del filo, nel cucito e nel ricamo.

Annunci